Marcello ValeriLo scorso sabato 16 febbraio 2019, alle ore 16.30, presso la location di via della Lungara 44 in Roma, si è tenuta la seconda presentazione-tour del romanzo 'La nuova favola di Amore e Psiche' (edizioni L'Erudita 2018) della poetessa, scrittrice e redattrice di 'Periodico italiano magazine' e 'Laici.it', Liliana Manetti. Un romanzo 'breve', che tratta di una vicenda romantica, ma del tutto originale, che sfuma tra mito e realtà, in cui l'arte fa ingresso nella vita e nell'amore tormentato di una bellissima e giovane ragazza giapponese. Vengono delineati i colori e i tratti a tinte pastello della bellissima e millenaria cultura nipponica. Ma viene anche ricordata l'antica favola di 'Amore e Psiche' di Lucio Apuleio, contenuta nelle 'Metamorfosi', che influenzerà positivamente la vicenda della protagonista. Il tema dell'amore non viene trattato sul piano emotivo e sentimentale classico, ma propone un gioco di ruoli del tutto nuovo, paritario, nel rispetto delle reciproche esigenze di una giovane coppia. In tale contesto, la visione della donna che tratteggia l'autrice è quello di una ragazza forte, molto combattiva, che riesce a scardinare le rigide convenzioni sociali e tradizionali della società nipponica. L'ambientazione dei romanzi della scrittrice Liliana Manetti viene cercata, ogni volta, tra culture diverse, anche perchè, come afferma lei stessa, le piace "approfondire culture nuove e scoprire dettagli di esse interessanti e sempre attuali". L'evento e' stato moderato dall'ufficio stampa, Sara Lauricella, che ha condotto il dibattito trattando tutti i temi con tocco femminile e delicato. Il giornalista Vittorio Lussana, direttore responabile dei giornali on-line 'Periodico italiano magazine' e 'Laici.it', si è lasciato coinvolgere nella presentazione e ha esposto degli argomenti di grande attualità, che hanno saputo tenere viva l'attenzione del pubblico. La poetessa e giornalista Michela Zanarella, inoltre, ha letto degli stralci del romanzo, mentre l'attrice, modella e ballerina Chiara Pavoni ha ospitato tutti i presenti, accorsi numerosi, nella sua location per gli eventi artistici e, soprattutto, ha saputo comporre una performance spettacolare e affascinante tra parole giapponesi recitate e movimenti orientaleggianti, insieme a canzoni della Grecia antica, proponendo uno spettacolo suggestivo, che ha fatto da cornice all'evento in maniera brillante coinvolgendo il pubblico in un vortice di emozioni. Tutto molto bello.


Lascia il tuo commento

Nessun commento presente in archivio